lunedì 5 maggio 2008

De Ranke: il primo amaro

Altra tappa obbligatoria del tour belga, almeno per noi, è stato il birrificio De Ranke nella provincia dell'Hainaut. Grazie al navigatore (essenziali i POI, punti di interesse dei birrifici) arriviamo a destinazione, passando per un quartiere benestante con villette e giardino annesso. Il navigatore ci conferma l'arrivo ma non vediamo nient'altro che una serranda enorme nel bel mezzo di altri palazzi. Rifacciamo un giro per poi tornare nello stesso punto. Scendendo dal camper (è bello alto) ci avviciniamo alla serranda e notiamo un adesivo blu piccolo con su scritto: BRASSERIE DE RANKE...Belgi, non sai mai cosa aspettarti!
Sono le 18:30, che traducendo in italiano significa almeno le 20:00, e senza indugio bussiamo forte sulla serranda, oramai stanchi della giornata e volenterosi di vedere l'utlimo birrificio in programma. Aspettiamo...piano piano si apre la serranda, Guido Devos (uno dei due soci) indaffarato ci chiede cosa ci serve in maniera molto educata. Gli spieghiamo che veniamo da Roma, che vendiamo le loro birre qui in negozio e che vorremmo visitare il birrificio, vedendo poi di persona chi e come effettivamente produce questo nettare divinamente amaro. Ci fa accomadare e subito bicchieri e birre per tutti...in attesa dell'arrivo di Nino Bacelle (il nonno era italiano).

La piacevole attesa...in compagnia delle 5 creature di De Ranke

E qui bisognerebbe ringraziare San Lorenzo da Genoa (in arte Kuaska) dato che ho "utilizzato" la sua amicizia per conoscere Nino. Guido Devos e Nino Bacelle hanno iniziato la loro avventura facendo birra solo alcune ore nei week-end, come spesso capita in Belgio...cosa non si farebbe per passione! Ci racconta Nino, alcune volte in italiano altre in inglese, che agli inizi della loro creazione più famosa la XXBitter, esperti, amici e conoscenti sconsigliavano l'utilizzo abbondante di luppolo (caratteristica di questa birra) perchè non affine ai gusti della maggioranza dei consumatori locali. La sua risposta è stata semplicemente "Faccio la birra che più mi piace, non riesco a vedere altre possibilità". Nei primi tempi si "appoggiavano" per fare birra in un altro spazio/birrificio (anche questa è un'usanza tipica di alcuni mastri birrai agli esordi), Deca nelle Fiandre Occidentali. Ora hanno uno spazio tutto loro, grande, pulito, moderno.

Nino ci spiega i vari processi, qui si parla di Guldemberg.

Dopo i primi racconti iniziamo a camminare per il birrificio, che si estende per lunghezza (come fosse un lungo garage, abbastanza alto) ovviamente con un bicchiere a testa pieno.

Il birrificio è molto lungo e funge anche da magazzino.

Vediamo la sala cotta, rivestita di piastrelle bianche, il computer che gestisce le temperature attraverso un software davvero interessante, Nino ne va fiero. Passiamo poi nel piccolo magazzino a temperatura costante dove viene mantenuto fresco l'ingrediente più importante per la Brasserie De Ranke: i fiori di luppolo...utilizzati in bollitura e in dry hopping, in dosi molto generose.

Nino ci mostra i fiori di luppolo freschi. Un tank di fermentazione.

Per spiegare l'importanza del luppolo e di come incide sulla birra ci fa assaggiare una xxbitter appena fatta, una di un anno prima e una di Ottobre il mese successivo alla raccolta dei fiori freschi! "Mamma mia!" è stato il mio commento e Nino ha sorriso. Indescrivibile la XX appena imbottigliata.

XX Bitter fresca fresca...una delizia!

Passiamo ai tini di fermentazione e maturazione, tutto molto pulito.

Poi una volta finito il tour del birrificio ci fa accomadare "in ufficio" e qui inizia il bello: si parte dalla prima creazione del birrificio, la Guldemberg una "birra d'abbazia" come recita l'etichetta, ma molto molto anomala: ha il colore di una Blonde (un pò più scura), la gradazione di una Tripel (8,5% Vol.), generosa di malto che la rende inizialmente dolce e di luppoli, che le conferisce un amaro ed un pepato notevoli, in definitiva profumatissima ed equilibrata. Sorprendente come l'acool al naso e in bocca si avverte ma non in maniera invadente, il che la rende perciolosamente buona, complessa e lunga.

Bottiglia da 75cl di Guldemberg.

Proseguiamo con gli assaggi: un'altra freschissima XX Bitter una IPA (India Pale Ale) belga, amara, lunga, con un boquet erbaceo e floreale, quasi agrumata, con una sensazione di speziatura per terminare con un amaro fortissimo e persistente. Fenomenale.

Nino ci indica i lieviti nel fondo della bottiglia.

Parliamo inevitabilmente anche di altre birre, americane estreme ed italiane innovative, Birra del Borgo con la sua ReAle in evidenza. Nel frattempo Nino stappa anche una Pere Noel, la "sorella minore" della XXBitter preparata per il periodo natalizio, speziata ed amara da esser definita una "natalizia fuori dalle tradizioni belga" di solito più dolci.

Père Noel da 75cl delizia stagionale.

Nino è veramente intenzionato a farci assaggiare tutta la sua produzione, noi non ci tiriamo indietro e quindi procediamo con il discorso verso il mondo delle birre acide, sorseggiando la sua magnifica Kriek De Ranke (ne parlerò successivamente), parlando ancora di Cantillon, 3 Founteinen e Girardin (uno dei suoi preferiti che poi utilizza nella Kriek).

Un bel bicchiere di Kriek.

Dopo aver bevuto anche la sorprendente Cuvee De Ranke (ne producono pochissime bottiglie), rotonda, equilibrata, acida, quasi vinosa l'alcool inizia a farsi sentire, Nino tira fuori l'ultima "chicca", una Girardin etichetta nera invecchiata, molto invecchiata.

Diversi tappi, diverse spiegazioni dopo diverse birre.

Notiamo con stupore che son quasi passate 2 ore e che forse sarebbe meglio dirigerci verso la zona d'uscita, ringraziare in maniera esemplare Nino & Guido per la loro estrema cortesia e pazienza, ma non dopo non aver fatto doverosi acquisti, soprattutto di Kriek e Cuveè. Una tappa obbligatoria per tutti e magari avvisate prima di andare perchè non sono sempre aperti.
Alla prossima tappa, Mirko

Brasserie De Ranke
Brugstraat 43, B-8560 Wevelgem
Tel./Fax +32056418241

2 commenti:

Tommy ha detto...

Grande De Ranke, adoro la XXBitter, bel report e belle foto.
Ciao Tommaso

samuel ha detto...

a settembre andrò a farmi il solito giro in Belgio e questa volta vorrei andare alla de Ranke...sapete se fanni visite con degustazione birre o se la cose è legata solo alla buona amicizia... ?